Recensione: Echi d’inverna e di tramontana di Roberta Plebani

Buon pomeriggio readers, ed e’ con grande piacere che annuncio la nuova collaborazione con la casa editrice bookabook (che ingrazio molto per la fiducia avuta nel nostro blog) recensendo per loro il romanzo “Echi d’inverna e di tramontana” scritto da Roberta Plebani. 

Titolo: Echi d’inverna e di tramontana
Autrice: Roberta Plebani

Casa Editrice: Bookabook
Genere: Narrativa
Formato: Ebook – cartaceo
Prezzo: 5,99 – 12,00

Per acquistarlo clicca qui 

Voto: 4 /5

 

RECENSIONE

Ad essere sincera ho prestato particolare attenzione a questa lettura, in quanto risulta essere un genere a me non comune o solito e quindi come ben sapete tengo in modo particolare ad entrare “nell’anima” del libro per capirlo fino in fondo.

Questo è un libro composto da 5 racconti, l’uno concatenato all’altro e iniziamo la lettura con uno ambientato in un epoca contemporanea, continuando a ritroso fino ad entrare dentro la storia della famiglia, con le varie vicende e vicissitudini. Questo è il motivo della presenza dell’albero genealogico nella prima pagina (avendolo sottovalutato all’inizio, ci sono poi tornata più volte per avere chiaro il quadro delle parentele).

Ho trovato la lettura piacevole, ben dettagliata a tratti anche troppo articolata ma senza risultare mai pesante. Molto importante è la concentrazione del lettore, perché basta perdere qualche “passaggio” e ci si rende conto di non aver capito.

Dal modo di scrivere dell’autrice traspare la sua sensibilità, avendo molta cura dei personaggi e della descrizione dei luoghi (che personalmente ho amato, mi sono sentita parte integrante), un po’ come essere nella bella Cannobio.

Consiglio quindi la lettura a coloro i quali conoscono questi posti splendidi, un po’ per riviverli, ma anche a chi non lo conosce e ha voglia di cimentarsi nell’immaginazione con le parole della bravissima Plebani.

SINOSSI

La giovane Ambra Molinari è cresciuta a Venezia insieme a suo padre e, solo dopo molte insistenti domande, viene a sapere che la madre non è morta, ma malata ed è per questo che le due sono state allontanate. Quando il padre porta Ambra a conoscere sua madre a Oggiogno, un paesino affacciato sulle sponde del lago Maggiore, ecco che la ragazza scopre un mondo tutto nuovo. Col passare degli anni, Ambra cresce e capisce che, per comprendere veramente la donna che sta diventando, deve riappropriarsi del passato, riscoprendo le storie della sua famiglia. Ogni racconto narra la vicenda di uno dei suoi antenati: dalla giovane Greta, figlia dei proprietari dello stabilimento termale La salute di Cannobio, a nonna Benedetta, staffetta partigiana in tempo di guerra, e a suo fratello, zio Graziano, contrabbandiere in alta montagna, fino ad arrivare alla dolcezza di Maddalena, cugina acquisita dal passato oscuro, e all’incontro tra Bianca ed Esteban, i suoi genitori. Un percorso a ritroso che svela, racconto dopo racconto, la storia unitaria di una famiglia.

Please follow us:
error
Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.