Recensione: Gli occhi che non avrò di Annamaria Pazienza

Eccoci come promesso reader, oggi vi parlo di un libro che un libro non è.
Io per meglio dire lo definirei un viaggio, un percorso che, attraverso il protagonista Giulio, ci permette di affrontare le nostre paure più nascoste.

 

Titolo: Gli occhi che non avrò
Autrice: Annamaria Pazienza
Casa Editrice:
Genere: Narrativa
Formato: Ebook
Prezzo: 0,99

Per acquistarlo clicca qui

Voto: 3,75 /5

SINOSSI

Il mondo di Giulio è il mondo di qualunque uomo si reputi “normale”. Giulio è un uomo normale a cui non piace nulla di normale. Ama il silenzio, la cattedrale illuminata dai primi raggi del sole e ama ogni piccolo dettaglio possa formare il suo corpo. Ogni piccolo dettaglio tranne uno…Una storia coinvolgente che invita il lettore e a mettere da parte ogni forma di giudizio o pregiudizio.

RECENSIONE

Passiamo quindi all’analisi del testo, per poi arrivare come conclusione a quali sono state le mie impressioni.

La scrittrice ha un ottima padronanza della penna, sa come scrivere e anche se a volte ha rischiato di mandare il lettore in crisi devo dire che sapeva sicura,ente ciò che stava facendo e dove voleva arrivare.
Si narra di un terribile disagio interiore, e per farlo ci vuole molta e dico davvero molta cognizione di causa. E questo è il caso, e per affrontare una lettura del genere bisogna avere almeno un pizzico di follia.

Bisogna dire anche che la struttura del racconto sembra molto confusa, ma al contempo non lo è affatto, il modo in cui l’autrice scrive ha come fine quello di far immedesimare noi lettori nella follia di Giulio. Solo che a volte mi sono sentita un po’ “persa”, o almeno avrei voluto più elementi per meglio capire ciò che era realmente Giulio.

Parliamo adesso di ciò che questo libro mi ha lasciato.
Devo dire che sono stata travolta di parecchie emozioni, quali l’angoscia (perché in alcuni momenti riuscivo a sentire ciò che Giulio provava), la paura, la follia, la tristezza.

Devo dire che è stata una lettura impegnativa dal punto di vista emotivo, e mi sento di consigliarla solamente a coloro i quali sono abituati a questo genere di libri a carattere “psicologico”.

Please follow us:
error
Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.