IL TRAMONTO NEI TUOI OCCHI

di Flavia Lucioli

Ciao a tutti, miei cari lettori!

Buon Anno dalla vostra #bookbloggerdicuore.

Apro il nuovo anno con un libro scritto da una persona speciale, Flavia Lucioli.


Sinossi
ESTRATTO:
ALEX
Prima che lei possa fare o dire niente per farmi cambiare idea, mi tuffo sulla sua bocca. Un volo d’angelo ad occhi chiusi. Una vertigine alla bocca dello stomaco, mentre precipito nell’ignoto insieme a lei, le sue labbra incollate alle mie. Sono morbide, calde, generose. Non hanno nessun sapore particolare. Non sanno di menta o di cieli stellati, come si legge in alcuni romanzi. Sanno solo di June. Della sua dolcezza. Della sua testardaggine. Di birra ghiacciata. Di stupore. Hanno il sapore che ho sempre immaginato avessero su di me. Un sapore che mi ricorda un tramonto d’estate, la pizza fredda condivisa sul Ferry boat tornando da una gita nella City, un ballo promesso e mai realizzato la notte dei diplomi. Sanno di noi, e mi danno alla testa più di qualsiasi droga e bevanda io abbia mai provato. Sono una tela bianca, e lei tutti i colori dell’arcobaleno. E questo bacio lo dimostra. Non posso vivere senza la mia furia rossa. E’ sempre stato così. C’ho provato. Ma non voglio. Il punto ora è convincerla che posso essere quello giusto, anche se sono tutto sbagliato. 

JUNE
Quante volte ho immaginato di perdermi tra le sue braccia. Di affondare il viso in questo aroma che ricorda le notti di pioggia. Quanto ho bramato la sua bocca. Il gusto di quelle labbra che ho solo vagamente assaporato quando ero ancora troppo giovane per dare un nome ad un sentimento simile. Quante ore della mia vita ho speso desiderando d’essere la donna che avrebbe scalfito tutte le sue corazze, fino a giungere al palpitare sincero del suo cuore. 
E’ che l’amore, alle volte, fa davvero dei giri immensi prima di arrivare a destinazione. E quasi mai è come te lo aspetti. Alle volte è peggio, e ti fa stare male da morire. Ma alle volte. Alle volte è talmente meglio da farti tremare di paura. Da levarti il respiro. Da lasciarti senza parole. Ecco, oggi è una di quelle volte. Una di quelle in cui puoi solo bearti di questa immensa fortuna, senza fare altro. Perché niente di quello che dirai, o farai, potrà mai renderle omaggio.


E’ la travagliata storia di Alex e June. Lui: Alexander (o Alessandro) De Luca, un figo di origini italiane (da parte di padre) con gli occhi viola. Povero, con un passato non proprio semplice, ma poi, sul piano economico riesce a riscattarsi.

Lei: June Anderson, detta da Alex “furia rossa” per la chioma color tiziano e per il carattere tenace. Non a caso è entrata in Polizia come suo padre (contro il volere di quest’ultimo che sognava altro per la sua adorata figlia). E ci sa anche fare!!

Sarà che sono attratta dalle storie degli emigranti italiani a New York, molti dei quali continuano ormai la loro discendenza nel Nuovo Continente.

Non è un caso che, in viaggio di nozze nella Grande Mela, ho voluto visitare assolutamente il quartiere Little Italy a Lower Manhattan (dista più o meno una ventina di minuti a piedi da Brooklyn Bridge, o almeno io sono arrivata a destinazione in 20 minuti XD) per respirare un po’di.. Storia italiana, ecco.

Libro scorrevole, che ti fa venire voglia di sfogliare le pagine anche a notte fonda quando dovresti solo dormire, perché ci sarà, poi, l’ “alzataccia” mattutina.

L’ ho acquistato su Amazon in formato Kindle durante il Black Friday (vuoi un libro? E’ tardi? Le librerie sono chiuse? Il postino non arriverebbe se non almeno dopo 24 ore? Niente paura! Fortuna che esiste Amazon e la sua vasta scelta di letture in formato per ebook: XD)

Vi lascio con una domanda: credete nell’ amicizia tra uomo e donna?

Un abbraccio da Carmen,

la vostra

#bookbloggerdicuore

Please follow us:
error
Tag:, , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.