Menu

RECENSIONE: Vox di Christina Dalcher

Miei cari lettori eccoci qui, oggi vi parlo di un romanzo che mi ha alquanto sconvolto, non so dirvi se per la tematica trattata o per il genere, e non so neanche dirvi se in positivo o in negativo. Ma vediamo di analizzarne le motivazioni.

Titolo: Vox
Autrice: Christina Dalcher
Casa Editrice:  Casa Editrice Nord
Genere: Fantascienza – Narrativa
Formato: Digitale – Cartaceo
Prezzo: 9,99€ – 14,25€
Per acquistarlo cliccare qui
Voto: 3 /5

SINOSSI

Puoi dire non più di 100 parole al giorno

Ma solo se sei una donna

Jean McClellan è diventata una donna di poche parole. Ma non per sua scelta. Può pronunciarne solo cento al giorno, non una di più. Anche sua figlia di sei anni porta il braccialetto conta parole, e le è proibito imparare a leggere e a scrivere.
Perché, con il nuovo governo al potere, in America è cambiato tutto.
Jean è solo una dei milioni di donne che, oltre alla voce, hanno dovuto rinunciare al passaporto, al conto in banca, al lavoro. Ma è l’unica che ora ha la possibilità di ribellarsi.
Per se stessa, per sua figlia, per tutte le donne.

[limite di 100 parole raggiunto]

OGNI GIORNO PRONUNCIAMO IN MEDIA 16.000 PAROLE
 
PAROLE CHE USIAMO PER LAVORARE
PER CHIACCHIERARE CON GLI AMICI
PER ESPRIMERE LA NOSTRA OPINIONE
 
MA, SE NON FACCIAMO SENTIRE LA NOSTRA VOCE,
CI RIMARRÀ SOLO IL SILENZIO…

RECENSIONE

Eccoci, ho atteso un giorno prima di scrivere questa recensione perché onestamente mi sono trovata in difficoltà. Non so ancora dirvi se questo libro mi è piaciuto o meno, ma sicuramente giungerò ad una scelta insieme a voi, mentre scrivo questo post.

Ho iniziato la lettura con alte, anzi altissime aspettative, e forse l’errore è proprio questo. Il libro è stato talmente tanto gettonato che ti aspetti possa essere il libro dell’anno, quello che va in cima alla tua lista personale dei migliori letti. Purtroppo non è così.

Se avessi dovuto seguire il mio primo istinto, poco prima di metà avrei chiuso il libro per non aprirlo mai più. La lettura era lenta, troppo lenta, e non capivo proprio dove l’autore volesse andare a “parare”. Anche la trama non mi sembrava ben definita, era a mio parere confusa, forse a tratti noiosa. Di contro però i capitoli brevi ti incitavano a continuare (ecco le prime emozioni contrastanti), quindi devo riconoscere che l’autore ha scelto a mio parere la perfetta lunghezza.

Ebbene amici ho deciso di continuare la lettura perché speravo, in cuor mio sapevo che qualcosa poteva non farmi ricredere ma almeno farmi rivalutare questo romanzo. Ecco è successo!

Da metà in poi la lettura diventa scorrevole, la trama avvincente ed i personaggi audaci, insomma riesce sicuramente e finalmente a coinvolgere il lettore soprattutto emotivamente, perché vi avviso questo libro fa provare tantissima rabbia e anche frustrazione.

Arriviamo quindi a considerare la trama come un qualcosa di sicuramente originale! Vi dirò, non sono solita leggere romanzi a carattere distopico, e questo l’ho trovato estremamente “reale” e di conseguenza da brivido, a tratti urticante. Viviamo in una società dove la donna ha sicuramente una considerazione maggiore rispetto al passato, ma purtroppo è ancora molte volte succube di una società (preferisco generalizzare, e non scatenare una polemica cui sono solita) ignorante e razzista, quindi nel romanzo l’autrice passa un messaggio chiarissimo ed importantissimo: Niente e Nessuno può zittire noi Donne!

Ripeto, NIENTE e NESSUNO! I personaggi del romanzo combattono una guerra altamente difficoltosa, ma è proprio questo che può cambiare le cose, il non dover sottostare a delle stupide e ingiuste imposizioni.

Ecco perché mi sono trovata in difficoltà, perché riconosco che l’autrice passa dei messaggi di fondamentale importanza e lo fa a modo suo, con una storia che ha dell’incredibile ma che se ci pensate non è poi così inverosimile. Insomma al fine io le farei i complimenti, perché sicuramente da un romanzo del genere non sai cosa aspettarti fino alla fine. Anche se proprio sul finale, non mi trovo d’accordo su delle scelte adottate in merito ad un personaggio in particolare… ma considerato che non voglio ricadere in uno spoiler vi lascio così.

Leggetelo almeno per farvi un’idea, e per le tematiche che tratta e poi datemi il vostro parere.

xoxo

Please follow us:
Tag:, , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *