Menu

Tutte le volte che ho pianto

di Catena Fiorello

  • Autore: Catena Fiorello;
  • Editore: Giunti;
  • Prezzo: €18,00 (versione cartacea), €9,99 (versione eBook). E’ possibile anche acquistarlo qui


Nell’autunno tiepido di una Messina dalle spiagge ormai deserte, Flora corre ogni mattina sul bagnasciuga: il vento, il sole, la pioggia, le nuvole, il rumore del mare sono divenuti per lei compagni indispensabili. Una disciplina che le dona calma, adesso che, a quasi quarant’anni, sta cercando di riprendere le redini della sua vita. Il matrimonio con Antonio, sposato da giovanissima, è andato in frantumi dopo l’ennesimo tradimento di lui, sempre in cerca di nuove avventure che non approdano mai a nulla. Eppure Flora non riesce a dimenticarlo e vacilla ogni volta che lui torna a corteggiarla, alimentando le illusioni della figlia quindicenne Bianca. Ma la sua vita è già abbastanza complicata, con un bar da gestire e una madre anziana che non ha mai superato la morte del marito e, soprattutto, la perdita di Giovanna, la sorella maggiore di Flora: bellissima, indomabile e carismatica, uccisa a vent’anni in un tragico incidente. E adesso Flora trema vedendo che la figlia Bianca, per uno strano destino, coltiva il sogno di diventare attrice proprio come un tempo Giovanna. Ma a scombinare di nuovo le carte, un giorno arriva Leo, con la sua aria da James Dean e un passato che lo lega a quei luoghi, dove sta per produrre un film. E con i suoi modi affascinanti, si insinua pericolosamente nei pensieri di Flora… Ma perché Leo sembra sapere tante cose su di lei? Cosa si nasconde dietro il suo interesse per Flora? Può realmente fidarsi di quest’uomo così misterioso?
Nell’autunno tiepido di una Messina dalle spiagge ormai deserte, Flora corre ogni mattina sul bagnasciuga: il vento, il sole, la pioggia, le nuvole, il rumore del mare sono divenuti per lei compagni indispensabili. Una disciplina che le dona calma, adesso che, a quasi quarant’anni, sta cercando di riprendere le redini della sua vita. Il matrimonio con Antonio, sposato da giovanissima, è andato in frantumi dopo l’ennesimo tradimento di lui, sempre in cerca di nuove avventure che non approdano mai a nulla. Eppure Flora non riesce a dimenticarlo e vacilla ogni volta che lui torna a corteggiarla, alimentando le illusioni della figlia quindicenne Bianca. Ma la sua vita è già abbastanza complicata, con un bar da gestire e una madre anziana che non ha mai superato la morte del marito e, soprattutto, la perdita di Giovanna, la sorella maggiore di Flora: bellissima, indomabile e carismatica, uccisa a vent’anni in un tragico incidente. E adesso Flora trema vedendo che la figlia Bianca, per uno strano destino, coltiva il sogno di diventare attrice proprio come un tempo Giovanna. Ma a scombinare di nuovo le carte, un giorno arriva Leo, con la sua aria da James Dean e un passato che lo lega a quei luoghi, dove sta per produrre un film. E con i suoi modi affascinanti, si insinua pericolosamente nei pensieri di Flora… Ma perché Leo sembra sapere tante cose su di lei? Cosa si nasconde dietro il suo interesse per Flora? Può realmente fidarsi di quest’uomo così misterioso?

Salve a tutti! E’ tornata la vostra #bookbloggerdicuore.

Conoscete, oramai, la mia più alta ammirazione verso questa deliziosa autrice, che ancor prima è una donna splendida.

Quindi, era inevitabile acquistare il suo ultimo capolavoro (la mia attesa è cominciata dal primo spoiler).

E’ ambientato, poi, a Messina, una città che io amo alla follia, quindi, motivo in più per leggerlo.

La protagonista di questa storia si chiama Flora. Ma, in realtà, chi è lei?

Questa donna quarantenne altri non è che lo spettro di noi stesse, nel senso che è il simbolo della donna al giorno d’ oggi alle prese con i problemi della vita quotidiana.

Lei affronta situazioni difficili come la separazione dal marito e la depressione di sua madre causata dalla morte del marito, che è stato il suo “pezzo mancante del puzzle” per tutta la vita.

Incontra Leo, una ventata di aria fresca nella sua esistenza.

La chiave di questo libro sta nel titolo: il pianto.

Sì, perché questo è la forza motrice nelle nostre vite, o almeno parlo per me. Quando piango è una sorta di valvola di sfogo, uno “svuotamento” del dolore nella mia anima; non importa quante volte lo abbia fatto nella vita, ma l’ importante è questo gesto azzeri le mie sofferenze in quel momento, così da premere il tasto per andare a capo e ricominciare.

Spesso sono stata anche criticata per questo mio gesto, ma a me non è mai importato, perché alla fine io mi sono sentita meglio di chi si tiene tutto dentro e non esprime alcuna emozione.

Ed anche Flora è così: nonostante tutte le volte che ha pianto lei è forte, è una donna con sentimenti veri e autentici, una perdona ricca di emozioni e che fa emozionare (in questo caso i suoi lettori).

Catena Fiorello ha fatto centro anche questa volta.

C.

Please follow us:
Tag:, , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *