RECENSIONE: Mi vivi dentro

Amici buongiorno, oggi senza tanti giri di parole voglio parlarvi più di un viaggio piuttosto che un libro, un racconto che secondo il mio modesto parere va letto, una storia che ti entra sotto pelle. Grazie sempre @nicopan88 per i tuoi splendidi consigli, ne vale la pena!

Titolo: Mi vivi dentro
Autore: Alessandro Milan
Editore: DeA Planeta Libri
Genere: Narrativa Contemporanea – Cronaca
Formato: Cartaceo – Digitale
Prezzo: 12,90 € – 8,99 €

Per acquistarlo clicca QUI

Voto: 5 / 5

SINOSSI

Tutto comincia alle sei di mattina, in radio, dove due giornalisti assonnati si danno il turno. Lui sta cercando di svegliarsi con un caffè, lei sta correndo a casa dopo aver lavorato tutta la notte. E succede che nella fretta i due scambiano per errore i loro cellulari. Si rivedono qualche ora più tardi e da un dialogo quasi surreale nasce un invito al cinema, poi a una mostra, un aperitivo, una gita in montagna. Francesca è bassina, impertinente, ha i capelli biondi arruffati e due occhioni a azzurri che illuminano il mondo. È una forza della natura, sempre in movimento, sempre allegra: per questo la chiamano Wondy, da Wonder Woman. Alessandro è scherzoso e un po’ goffo, si lascia travolgere da Francesca e dall’amore che presto li lega. Con lei, giorno dopo giorno impara a vivere pienamente ogni emozione, a non arretrare di fronte alle difficoltà. E così, insieme, con una forza di volontà che somiglia a un superpotere, si troveranno a combattere la più terribile delle battaglie, quella che non si può vincere. Ma anche dopo la morte sono tante le cose che restano: due figli, un gatto, un bonsai, tanti amici e, soprattutto, una straordinaria capacità di assorbire gli urti senza rompersi mai. Anzi, guardando sempre avanti, col sorriso sulle labbra.

RECENSIONE

Come si può recensire un libro del genere? Mi vivi dentro è il racconto doloroso e straziante di un amore grande (amore in tutte le sue forme, amore come coppia ed amore che si prova nei confronti dei figli), che permette a noi lettori di entrare in punta di piedi nella vita di Alessandro e Wondy, nei loro momenti intimi e familiari, nei loro momenti di gioia e purtroppo anche in quelli di dolore. Lo stile narrativo è duo e crudo, e proprio per questo fa breccia nell’animo del lettore. Alessandro è un giornalista, e seppur la storia non segue un filo temporale ben definito, sai esattamente dove ti trovi ed in quale momento, senza mai sentirti spaesato.

Mi sembra doveroso dover inserire molte considerazioni personali nonché riflessioni. Non appena ho terminato il libro, sotto stretto consiglio del mio amico citato inizialmente, sono andata ad ascoltare la famosa intervista da Daria Bignardi che credetemi, è stata dolorosamente incredibile, perché è stato un pò come conoscere ancor di più Wondy e vedere nero su bianco la forza di questa donna. Ragazzi altro che Wonder Woman, lei andava oltre. Ditemi, chi può sostenere un intervista del genere con il sorriso sulle labbra ed un’ironia sostenuta chi ha da poco ricevuto l’ennesima batosta? Chi può voler dare forza agli altri (lei volle andare a fare quell’intervista per tutti coloro nella sua medesima situazione) quando ha un macigno enorme sulle spalle? Ebbene lei, e grazie al libro scritto da Alessandro il lettore può “sentire” questa forza.

Incredibile il grande amore di quest’uomo, che non scappa di fronte alle difficoltà ma si fa carico di tutto. Incredibile il grande amore di questa donna, che con la sofferenza nel cuore dopo tutte le operazioni e gli sconvolgimenti del proprio corpo, dice al marito “Se vuoi andare con un’altra io ti capisco”. L’amore di una mamma, che rassicura i suoi bambini sul fatto che lei sarà per sempre la loro mamma anche quando il papà avrà accanto un’altra donna. Non posso esprimermi oltre perché non potrei essere esaustiva, non riuscirei a togliermi questo macigno dal cuore.

Anche se Wondy ha perso la sua battaglia, ha lasciato davvero moltissimo a tutti noi, quindi grazie ovunque tu sia (ti immagino a sorseggiare Mojito su una nuvoletta) e grazie anche ad Alessandro.

A presto amici!

Please follow us:
error
Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.